MELA E LIQUIRIZIA

8,50

Mele valdostane, zucchero, liquirizia di Calabria in polvere

Compara
Email
Description
 Ingredienti: Mele valdostane, zucchero, liquirizia di Calabria in polvere
 PESO 240 g.
 TIPOLOGIA per Formaggi
 NOTE CHEMICAL FREE – GLUTEN FREE

CONSIGLI: Mela e liquirizia di Calabria è consigliata in abbinamento ai formaggi, in particolare con formaggi caprini ed erborinati.

Mela e liquirizia di Calabria è consigliata in abbinamento a diverse tipologie di formaggi nella guida I Formaggi d’Italia de L’Espresso.

 

informazioni Wikipedia

La liquirizia di Calabria è un prodotto agroalimentare italiano realizzato in alcune zone della Calabria con liquirizia fresca o essiccata e al suo estratto.

Nel 2011 il prodotto ha ottenuto dall’Unione europea il riconoscimento di denominazione di origine protetta (DOP).[1]

La pianta della liquirizia (Glycyrrhiza glabra) era già nota nel XVII secolo. Dalla metà del 1700 la pianta era coltivata sul litorale ionico della Calabria ai confini con la Lucania e dalla piana di Sibari fino a Crotone e Reggio Calabria. Inoltre, le piante di liquirizia erano molto presenti anche nella bassa valle del Crati e nella zona costiera tirrenica.

Nel 1771 il barone Johann Hermann von Riedesel registrò nel suo diario di viaggio che il “sugo di regolizia” rendeva profitti per 4.000 ducati all’anno.[2] Pochi anni dopo il viaggiatore britannico Henry Swinburne scrisse che il duca di Corigliano guadagnava 700 lire all’anno per la vendita di liquirizia.[3] Nel 1776 Jean-Claude Richard de Saint-Non descrisse minuziosamente la tecnica di estrazione del succo e disegnò anche l’interno di un opificio di Corigliano.[4]

Durante il periodo napoleonico, l’ufficiale francese Duret De Tavel descrisse le fasi di lavorazione della liquirizia calabrese.[5] Nel 1826 è registrata una produzione di almeno 8.000 cantaia (circa 640 tonnellate), per un profitto totale di 120.000 ducati annui.[6]

Nel 1875 sono registrati grandi stabilimenti (chiamati localmente conci) per “cavare il succo della liquirizia”, esportata anche in Francia, Germania e Russia con ricavi di “molte migliaia di lire” dell’epoca.[7]

La denominazione “Liquirizia di Calabria” compare già nel 1903 per distinguerla dalla “liquirizia di Russia”, più chiara e ricavata dalla Glycyrrhiza glandulifera o Glycyrrhiza echinata, presente nell’Europa sud-orientale.[8] Nel 1928 l’Encyclopaedia Britannica riportava che la qualità di liquirizia maggiormente apprezzata in Gran Bretagna era quella prodotta in Calabria.[9]

 

Additional Information
Peso 0.250 kg

Recensioni

Non ci sono ancora recensioni.

Solo i clienti registrati che hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.